menu

La Siringa

di Mila Martinetti

24.11.2017

Ahi, ahi, ahi... la Morgante

Dunque, il direttore generale dell’Asl di Avellino ha sbattuto la porta in faccia ai sindaci Repole e Vignola che, giustamente, chiedevano di rivedere le decisioni devastanti assunte per gli ospedali di Sant’Angelo dei Lombardi e Solofra. Ciò che è fatto è fatto, ha sentenziato la Morgante. Senza mancare di aggiungere un pensiero in perfetto stile demitiano: “Noi lavoriamo – ha affermato – su ciò che c’è realmente, non su ciò che qualcuno prova a immaginare”. Che dire? Certe stronzate De Mita le dice ma è troppo intelligente perché possa anche pensarle. Il problema della Morgante è che le dice e le pensa.