menu

La Siringa

di Mila Martinetti

30.06.2017

Arvonio e il gioco sporco

Tutto si può dire del comandante dei vigili urbani di Avellino, Michele Arvonio, fuor che le mandi a dire. Attaccato da più parti per i problemi della viabilità, per i controlli sugli assegnatari delle case popolari e ultimamente per la vicenda “cartellini” della Polizia Municipale, Arvonio ha perso la pazienza ed è passato al contrattacco con vice alta e forte: “Contro di me - ha detto - è in atto un gioco sporco, ma io non mi lascio intimidire”. Che dire? Mettiamola così, comandante: se il gioco è veramente sporco, è porco chi lo fa; se, viceversa, il gioco è pulito, qualcosa di sporco pure ci sarà”.