menu

Buongiorno

11.01.2019 - Buongiorno Irpinia

Avellino e i Pass per disabili tanto al chilo

Vogliamo sperare che non sia vero. Che si tratti di una clamorosa svista, presa in assoluta buona fede.

E se invece le cose stessero proprio come messo nero su bianco da “Cittadinanza attiva – Diversamente abili” in un esposto alla Procura della Repubblica? Se effettivamente il Comune di Avellino avesse rilasciato ben 1.700 pass per le auto dei disabili, equivalenti ad uno per ogni 30 abitanti?

Diciamo subito, intanto, che non pare risulti da alcuna statistica la presenza di tante persone diversamente abili residenti (o domiciliate) nel capoluogo. Non c’è proporzione, sarebbe un caso da studio se questi numeri fossero reali. Dunque, la verità non può che essere un’altra. La verità è che è stato consumato un abuso enorme, per di più insopportabile sul piano etico proprio perché viene sfruttata la presunta disabilità per ottenere un beneficio che, alla fine, si ritorce contro gli interessi proprio di chi è realmente affetto da disabilità.

Bene ha fatto, allora, il Prefetto di Avellino, Maria Tirone, a sollecitare adeguati controlli e a richiedere un rapporto rigoroso su quanto denunciato.

Fa specie, in verità, che il Comandante della Polizia Municipale del capoluogo, Michele Arvonio, dichiari che “sulla questione ci sia la massima sensibilità”. E meno male, verrebbe da dire: tanta sensibilità e vien fuori che ogni trenta avellinesi ce ne sarebbe (falsamente) uno diversamente abile, tanto da richiedere e ottenere il pass ad hoc per l’auto. Non osiamo immaginare quanti altri pass sarebbero stati distribuiti se quella sensibilità non fosse stata così alta.