menu

Persone

Le interviste di Franco Genzale

06.01.2018

Biagio Antonelli, 102 anni di splendente lucidità

Nacque a Pietrastornina il giorno dell’Epifania ma fu registrato 48 ore dopo, l’otto gennaio 1916.
Di fatto compie oggi 102 anni il professor Biagio Antonelli, naturalizzato avellinese praticamente da sempre. Orfano di guerra, visse l’infanzia e l’adolescenza nel convitto nazionale "Colletta". Poi la laurea in Lettere, presso l’Universitá di Napoli, conferitagli dal Magnifico Rettore Auricchio "In nome di Sua Maestà Vittorio Emanuele".
Nei suoi quattro decenni di insegnamento al Liceo "Colletta", Biagio Antonelli ebbe tra i suoi allievi "giovanotti" che poi si sarebbero rivelati rappresentanti istituzionali e professionisti di grandissimo valore. Tra gli altri, il compianto Capo della Polizia, prefetto Antonio Manganelli, e il professor Modestino Acone.
Anche l’attuale sindaco di Avellino, Paolo Foti, fu tra gli studenti di Antonelli.
Di tutti i suoi allievi l’ultracentenario conserva gelosamente i "giudizi scolastici", che trascriveva su quaderni dalla copertina nera e bordo rosso e la cui lettura è stata proibita perfino ai figli.
Tra i suoi amici più cari, il coetaneo Leonardo Penta, medico di Mirabella Eclano, al quale invia i più affettuosi saluti.
Buona visione.