menu

Buongiorno

07.06.2018 - Buongiorno Campania

Buone notizie. La Regione accelera: 13,6 miliardi di euro tra progettazioni e cantieri

Buongiorno, Campania.
Se fossimo alla vigilia delle elezioni regionali, che invece si terranno tra ben due anni, del Governatore Vincenzo De Luca diremmo che ieri ha convocato a Palazzo Santa Lucia le associazioni dei costruttori delle cinque province campane per farsi un po’ di propaganda.

Le cose stanno diversamente e si tratta di buone notizie. La riunione operativa, infatti, è servita a “fare il punto sullo stato di avanzamento delle progettazioni e dei cantieri finanziati nell’ambito della programmazione dei fondi europei 2014-2020”. Con un obiettivo preciso: accelerare al massimo le realizzazioni, sia per rendere le opere fruibili al più presto che per evitare diseconomie derivanti da eventuali revisioni dei prezzi, in linea – peraltro – con quanto previsto dal nuovo codice degli appalti.

La prima buona notizia, dunque, è che c’è la consapevolezza, ai livelli politico e burocratico, che il tempo – come si dice – è denaro. Può sembrare un’ovvietà. E difatti lo sarebbe se non ci fosse una consolidata statistica degli eccessivi ritardi che si registrano nella realizzazione delle opere pubbliche in Italia, specie nel Sud, rispetto agli altri Paesi europei.

La seconda buona notizia è che il Governatore ha allertato al riguardo gli uffici regionali e coinvolto le associazioni dei costruttori. Nel linguaggio di De Luca significa: “Attenzione, vi controllo e sono pronto ad utilizzare ogni mezzo per raggiungere gli obiettivi che la Regione si è prefisso”.

La circostanza che conferisce maggiore valenza alla bontà delle due notizie è rappresentata dall’importo delle risorse programmate e disponibili: 13,6 miliardi di euro, ossia 26mila miliardi di vecchie lire, molto più d’una boccata d’ossigeno per l’edilizia da troppo tempo al palo. Insomma, un fiume di soldi che non trasformerà la Campania nell’Eldorado, ma probabilmente farà salire un po’ il Pil e scendere di qualche punto il tasso di disoccupazione nella nostra regione.

Va anche segnalato, quale ulteriore buona notizia, che dei fondi aggiuntivi previsti dal Patto per lo Sviluppo della Campania, l’Amministrazione regionale – come si legge in un comunicato stampa- ha avviato interventi infrastrutturali per 310 milioni, e attivato cantieri relativi alla rete ferroviaria per circa 900 milioni.

Ultima annotazione: oltre un miliardo di euro della succitata cifra complessiva dei fondi europei è destinato alle strade, per manutenzione e rifacimenti. Era ora. Ne sanno qualcosa gli automobilisti degli insostenibili dissesti che quotidianamente mettono a durissima prova la pazienza (oltre gli ammortizzatori).