menu

Persone

Le interviste di Franco Genzale

11.02.2019

Chiara Di Maio, “Dulcis in furno” e... nell’anima

Dopo la laurea in Giurisprudenza con lode e una specializzazione in Diritto di Famiglia, la sua vita professionale sembrava naturalmente tracciata. Anche perché fortissimo si era rivelato, già al Liceo, il suo interesse per gli studi giuridici. E invece, no. Aveva soltanto 23 anni, quando l’altra grande passione – la pasticceria – prevalse su tutto, perfino sull’immenso “dispiacere” di papà Mario, ex Capitano dell’Aereonautica, e Chiara Di Maio, sangue materno dei Capaldo nelle vene, decise che avrebbe impiantato un laboratorio artigianale di “dolci”. Non prima, però, d’un quadriennio di rigorosa formazione dal quale sarebbe nato “Dulcis in furno”, eccellenza dolciaria apprezzata ben oltre i confini d’Irpinia. Dietro il successo imprenditoriale, l’impegno di una donna di talento, che ha saputo dosare a perfezione – proprio come nelle prelibatezze del suo forno – il tempo dell’impresa e quello della famiglia. Una Persona decisamente straordinaria: conosciamola da vicino, anche attraverso i gustosi aneddoti sulla sua adolescenza. Buona visione.