menu

Persone

Le interviste di Franco Genzale

24.04.2018

Chiara Maffei, la socialista che non smette di crederci

Lo ammette con la schiettezza solare che la rende affidabile e al tempo stesso temibile: da piccola non giocava con le bambole ma con le pietre. Una vivacità che le fece guadagnare in famiglia l’appellativo di “maschiaccio”. Irriverente e inquieta, ha la politica nel sangue: non quella da salotto, chiacchiericcia e ipocritamente intellettualistica; ma la politica della strada, della gente, del mondo reale. Chiara Maffei è una bomba inesplosa di idealismo socialista e sano pragmatismo, un conflitto gramsciano perenne tra ottimismo della volontà e pessimismo della ragione. Conosciamola da vicino, partendo dal suo biglietto da visita naturale: gli occhi e il sorriso che raccontano la forza intrigante di una donna semplice e vera.