menu

La Siringa

di Mila Martinetti

25.02.2018

Ci sono teste e teste...

L’irpino Arcangelo Esposito, in arte soltanto Arcangelo, è meritatamente annoverato tra i maggiori scultori italiani contemporanei. Bene ha fatto l’Amministrazione comunale di Avellino, dunque, ad acquisire al patrimonio artistico cittadino due teste di bronzo del maestro che saranno collocate nello spazio riqualificato di via De Sanctis. Il titolo dell’opera è “Pensatori irpini”. Un doveroso invito al presidente della Provincia, Mimmo Gambacorta: sulla scorta delle cose dette in questa campagna elettorale dai candidati irpini, tutt’altro che “Pensatori”, non sarebbe il caso di ordinare al maestro Arcangelo, non due teste di bronzo, ma diverse teste di ca…?