menu

La Siringa

di Mila Martinetti

28.04.2019

Cusan Gin: la Lega, come la Cina, è vicina

Evviva! Finalmente Cusan Gin, al secolo Gino Cusano, potrà misurare la forza elettorale di cui dispone ad Ariano, stavolta in prima persona, dopo la prova non proprio esaltante fornita alle scorse politiche, quando a correre era però sua moglie. Ora è lui il candidato, non al Parlamento ma alla carica di sindaco: sfida più diretta, dunque, ed esclusivamente giocata nel territorio comunale. A differenza della consorte, che si presentò sotto la bandiera di Forza Italia, Cusan Gin imbraccia il vessillo della Lega. Perché Salvini ha scelto lui? Semplice: lui parla cinese, sicché nessuno capisce che cazzo c’azzecca la Lega con l’Irpinia.