menu

La Siringa

di Mila Martinetti

28.02.2017

Dalle Operette Morali alle opere immorali

Accade al Comune di Senerchia. Il capogruppo della minoranza consiliare, Adriano Mazzone, in preda al sacro furore giustizialista attacca il sindaco Beniamino Grillo: “E’ indagato per falso e turbativa d’asta, deve dimettersi!”. Dai banchi della maggioranza arriva la replica altrettanto veemente: “Mazzone ha la memoria corta: dimentica che quando il padre era sindaco di Senerchia fu condannato a quattro anni per falso e non si dimise”.
Che dire? Una volta leggevamo le Operette Morali di Leopardi e ci apriva la mente, ad esempio, il dialogo tra il viandante e il venditore di almanacchi. Oggi ci tocca ascoltare i dialoghi sulle opere immorali degli amministratori pubblici. Ma non ci fate caso: oggi è Carnevale!