menu

La Siringa

di Mila Martinetti

17.02.2018

“Enze” De Luca uno e doppio

Prima, durante e dopo la sua esclusione dalla corsa al Parlamento decisa dal Pd, l’ex senatore Enzo De Luca aveva minacciato fulmini e saette, mobilitando i suoi amici e promettendo effetti da “Ira funesta” sul voto del 4 marzo. Ora si è pentito. L’altra sera a Roccabascerana, ha fatto appello alla solita “responsabilità” ed ha annunciato “il massimo sostegno ai candidati del Pd e della coalizione”, con il pensiero probabilmente rivolto alla poltrona di sindaco di Avellino. Insomma, De Luca non cambia mai: dalla rivoluzione a chiacchiere stile “Armammece e jate!” al ritorno all’ovile con la coda tra le gambe e le orecchie ammosciate!