menu

La Siringa

di Mila Martinetti

10.07.2018

I Magnifici Quattro dell’antidemitismo a chiacchiere

Una volta Enzo De Luca diceva che con Ciriaco De Mita non si poteva avere alcun confronto perché aveva lasciato il Pd ed era saltato nel campo del centrodestra.
Una volta Nicola Mancino diceva che con Ciriaco De Mita non c’era più possibilità di discutere perché aveva tradito gli ideali del centrosinistra.
Una volta Umberto Del Basso de Caro diceva che avrebbe liberato l’Irpinia dall’oppressione di Ciriaco De Mita.
Una volta Luigi Famiglietti faceva l’anti-demitiano di professione a prescindere.
Poi, all’improvviso, in occasione delle amministrative nel capoluogo, tutt’e quattro hanno fatto lingue in bocca con De Mita producendo il risultato di far perdere le elezioni a Nello Pizza.
Stasera i Magnifici Quattro condurranno i lavori dell’assemblea d’una fazione del Pd. Scommettiamo che faranno a gara a chi terrà la bocca più cucita su De Mita?