menu

La Siringa

di Mila Martinetti

16.04.2017

Iannaccone e il vicesindaco Iaverone

Com’era a ragione prevedibile, ha scatenato una tempesta di polemiche l’infelice decisione del sindaco di Avellino di rinominare assessore Arturo Iannaccone, il medico dell’Asl finito nei guai giudiziari con l’accusa d’essere un “furbetto del cartellino”. La difesa d’ufficio dell’Amministrazione Foti l’ha assunta l’ineffabile vice sindaco Maria Elena Iaverone. La quale, confondendo come al solito fischi per fiaschi, ha detto: “Ma Artuto con noi ha sempre lavorato bene!”. Di grazia, Signora Iaverone, riesce a capire che il problema non è se Iannaccone ha lavorato bene o meno al Comune ma che non ha lavorato all’Asl nelle ore in cui doveva e per le quali veniva pagato?