menu

La Siringa

di Mila Martinetti

10.07.2017

Il "Gesualdo" e i rapporti... orali

Povero Teatro Carlo Gesualdo! Da quando fu deciso di far fuori Luca Cipriano, perché troppo bravo, il palco delle grandi rappresentazioni artistiche è diventato un marciapiede che esibisce soltanto patetiche sceneggiate. Adesso, tra un commissario liquidatore che si dimette - e nessuno sa perché - e un altro che arriva, il caos è completo e l’abbozzato cartellone rischia di saltare. In compenso, però, l’ineffabile presidente del comitato di gestione, Antonio Caputo, informa che per far nascere qualcosa di buono per il Teatro Gesualdo "si sta praticando un rapporto orale costante e fecondo con l’assessore alla Cultura, Gambardella". Che dire? Se il rapporto resta orale, può essere costante quanto si vuole, ma fecondo non lo sarà mai.