menu

La Siringa

di Mila Martinetti

21.08.2017

Il Pd di Giovanni Bove

Giovanni Bove è un giovane emergente del Pd irpino che ha di certo una qualità di rilievo: la chiarezza del linguaggio che rispecchia la chiarezza della faccia. Virtù rara in un Partito Democratico provinciale dove le doppie facce abbondano e, per di più, parlano una lingua che non è né l’italiano né il politichese: è un balbettio. Con il linguaggio e la faccia che gli sono congeniali, ossia in assoluta chiarezza, Bove ha detto che si batterà per contribuire alla costruzione di un Pd utile all’Irpinia e non ai signori delle tessere. E’ bello sapere che mentre i Famiglietti e i De Luca – ad esempio – hanno perso i buoi e vanno cercando le corna, nel Pd c’è invece chi pensa a recuperare la mandria. Politicamente parlando, e carduccianamente poetando, “T’amo pio... Bove”.