menu

La Siringa

di Mila Martinetti

07.02.2020

Il Pd e il "Ciuccio di Troia"

I consiglieri comunali di Avellino che hanno perso alle scorse elezioni amministrative, e che sono stati eletti nella lista Pd oppure nel Pd sono successivamente confluiti, hanno chiesto al commissario della Federazione del Partito Democratico di varare un unico gruppo consiliare comprendente se stessi e i vecchi e nuovi iscritti al Pd che invece alle scorse amministrative hanno vinto. Un ramoscello d’ulivo sulle note di "Scurdammece ’o passato"? Tutt’altro. Si tratta di una becera mossa tattica, un banale surrogato di "Cavallo di Troia", con l’obiettivo di creare tensioni nella maggioranza e incrinare l’asse Festa-Petitto in vista delle regionali. I bambini dell’asilo avrebbero saputo fare meglio. Invero, più che di Cavalli, in questo caso si dovrebbe parlare di "Ciucci di Troia".