menu

Buongiorno

31.07.2018 - Buongiorno Campania

Il Sud, il Pd e la strana profezia di Maurizio Martina

“Il Mattino” di ieri ha dedicato il “Focus” alle crisi aziendali con una puntualissima analisi di Francesco Pacifico.

Colpisce la notizia del numero di vertenze in discussione al Mise ed ereditate dai governi Pd degli ultimi cinque anni: ben 160. Ancor di più fa specie che un terzo dei “tavoli” aperti riguarda aziende che operano nel Mezzogiorno. Dulcis (?) in fundo, la realtà della Campania con circa 80mila dipendenti che “sarebbero interessati direttamente o indirettamente dalla crisi industriale”.

Ora, se questi sono i dati, fa un certo effetto leggere le cose che ha detto il leader del Pd, Maurizio Martina, alla vigilia della segreteria nazionale del partito tenuta ieri a Scampia. Ha detto che “Assistiamo al tradimento del Sud di 5 Stelle e Lega. E nelle prossime settimane sarà ancora più evidente”.

È chiaro che Martina si riferisce a ciò che, dal suo punto di vista, 5 Stelle e Lega non faranno per il Sud. A un politico è consentito fare previsioni sull’eventuale fallimento altrui prossimo venturo. Epperò ci si sarebbe attesi anche un minimo sguardo al passato, una salutare autocritica su ciò che non si è fatto fino a ieri, ovvero su ciò che il Pd non ha fatto, visto che a governare – fino a tre mesi fa – c’era il Pd, di certo non c’erano 5 Stelle e Lega.

Sappiamo tutti che la crisi industriale del Mezzogiorno viene da lontano e che la congiuntura drammatica degli ultimi anni non ha fatto altro che aggravare una condizione già di per sé precaria. Ma le grandi cose che sarebbero state fatte per il Sud nella scorsa legislatura, secondo la propaganda Pd, oggettivamente non si vedono. Sicché delle due l’una: o sono state fatte male o sono rimaste nelle intenzioni dei tweet di Matteo Renzi & Compagni.

D’altra parte, se alle scorse politiche il M5S ha sbancato soprattutto al Sud, raggiungendo percentuali mai concesse nemmeno alla Dc ai tempi del suo massimo splendore, qualcosa gli elettori avranno voluto pure dire al Pd. O no?

In un impeto di entusiasmo, Martina ha anche detto che “ora il grande lavoro che deve fare il Pd è recuperare gli elettori di sinistra delusi dal M5S”. È sicuramente un obiettivo legittimo. Però – benedetto, volenteroso e simpatico segretario provvisorio del Partito Democratico – il tempo di smaltire prima la devastante delusione provocata dal Pd, agli elettori di sinistra, glielo vogliamo dare sì o no?