menu

La Siringa

di Mila Martinetti

22.01.2019

Il “miracolo” dell’Alto Calore

Disastro Alto Calore, la Società pubblica dell’acqua gestita da Michelangelo Ciarcia, ossia dal rappresentante della politica che quel disastro ha generato. Come evitarne il fallimento? Dal summit istituzionale tenuto ieri in Provincia sono emerse essenzialmente due novità: l’impegno a risolvere il problema da parte del Sottosegretario 5 Stelle Carlo Sibilia, e la proposta del vescovo di Avellino, riferita da Don Vitaliano Della Sala, di realizzare un Santuario dell’Acqua in Irpinia. Alla luce di questo fritto misto di sprovveduta laicità – leggi pure Sibilia – e improbabile religiosità, ogni dubbio è fugato: per salvare l’Alto Calore serve un miracolo.