menu

La Siringa

di Mila Martinetti

18.11.2019

Il treno e la pianta di Carlo Sibilia

“Il Pd non è un autobus sui cui si sale e si scende a proprio piacimento!”, tuonò il vicesegretario nazionale Andrea Orlando lunedì scorso ad Avellino. Il Sottosegretario 5Stelle Carlo Sibilia, notoriamente molto più originale e veloce, ha cambiato “mezzo”: ha usato il treno per dire in sostanza la stessa cosa riferita al Movimento. Senza rinunciare, però, ad un’altra metafora, quella della pianta. Eccola: “Chiunque è all’interno del Movimento e capisce dove stiamo andando è il benvenuto, ma io credo poco alle improvvisazioni: una pianta ha bisogno di tempo per crescere”. Ben detto! Il problema – vorremmo aggiungere – insorge quando il tempo passa e, invece di crescere, la pianta diventa sempre più piccola, inconsistente, tendente al niente. Vero, Onorevole Sibilia?