menu

Buongiorno

02.06.2017 - Buongiorno Italia

Ingegnere 110 e lode e poliglotta cercasi. A 600 euro al mese!

Oggi è la festa della Repubblica. La nostra Repubblica. Quella fondata sul “Lavoro”.
La polemica è fin troppo abusata e la battuta viene facile: dal momento che poggia su fondamenta di diverse milionate di disoccupati, la nostra Repubblica rischia seriamente di crollare. D’altra parte, non è lo stesso pensiero che si insinua nella mente quando Tv e giornali danno notizia dei nostri ponti stradali che vanno giù ancora freschi di collaudo?
Eppure, paradossalmente, non è più tanto il lavoro che manca a fare notizia. Ormai se ne parla soltanto quando lo fa Papa Francesco. Oggi, e ancora grazie al Pontefice, il tema è diventato il lavoro che c’è e che viene pagato come una volta venivano compensati gli schiavi: praticamente vitto a buon mercato e in via straordinaria l’alloggio.
Non ci credete? Da ieri sta facendo il giro su moltissime bacheche di Facebook un annuncio di lavoro che grida vendetta. L’offerta è per un posto di Ingegnere Civile e il testo è il seguente: “Laurea magistrale a pieni voti in Ingegneria Civile, ottima conoscenza della lingua tedesca e buona della lingua inglese, gradita esperienza Erasmus, disponibilità trasferte in Italia ed estero, contratto di sei mesi, 600 euro netti al mese, ticket restaurant per ogni giorno lavorato, zona Grugliasco.
Gli interessati dovranno compilare il form online inviando curriculum a…”.
Avete letto e capito bene. Non vogliono “semplicemente” un ingegnere, magari uno che ci ha impiegato una ventina danni per laurearsi e alla fine ci è riuscito grazie alla moglie autenticamente “cesso” ma in compenso figlia del Rettore della tale Università sconosciuta ai più. No! Lo vogliono laureato a pieni voti. E deve conoscere benissimo due lingue. E disposto a spostarsi anche all’estero. E tutto ci può anche stare, ma…. – Udite, udite! – il compenso è poco meno di quanto guadagna una badante, con tutto il sincero rispetto per le badanti, e il contratto – eccolo il saldo eccezionale – è limitato a sei mesi. Per completezza di cronaca, va aggiunto che – ebbene, sì – è previsto perfino il beneficio di “ticket restaurant”, che in inglese suona anche meglio, “per ogni giorno lavorato”, ovvero il sabato e la domenica “free” di ogni settimana provvedi a pagarti i pasti con i “600 euro netti al mese”, ammesso pure che possano bastare, dello stipendio che ti passano.
No: la nostra Repubblica, che oggi festeggiamo, non è fondata sul lavoro, ma sui “fondelli”. Proprio nel senso di “prendere” che avete capito.