menu

Buongiorno

17.05.2019 - Buongiorno Irpinia

L’Avellino-Salerno diventerà autostrada

Un commissario per il raccordo autostradale Salerno-Avellino. I lavori di ammodernamento e potenziamento risultano nell’elenco delle opere dello sblocca cantieri. Il raccordo sarà trasformato in autostrada. A seguire la procedura un commissario nominato dal Governo.

I fondi stanziati per i lavori di realizzazione della terza corsia ammontano a 232,3 milioni di euro e gli interventi sono articolati in due distinti stralci. Il primo, dallo svincolo di Fratte (A3) a quello di Baronissi compreso, ha un costo di 123 milioni e viene finanziato con il Fondo Coesione e Sviluppo (Fsc) sulla quota della Regione Campania.

Il secondo, dallo svincolo di Baronissi – escluso – e fino a Mercato San Severino, richiede una spesa di 110 milioni di euro coperta con il Fondo Unico Anas del contratto di programma pluriennale. Infine, Il Cipe ha approvato il progetto preliminare per la terza corsia e la messa in sicurezza del lotto Salerno-Fratte-Mercato San Severino, primo dei due lotti in cui è stato suddiviso il progetto relativo all’autostrada Salerno-Avellino.

Il Commissario che l’attuale Governo sceglierà dovrà portare la progettazione preliminare per il primo lotto (articolato pare in due stralci tra Fratte e Baronissi e tra Baronissi e Mercato San Severino) alla definitiva, quindi affidare l’appalto integrato con la realizzazione, ma dovrà anche ottenere le risorse per il collegamento tra Mercato San Severino e Avellino Est, attraverso lo snodo di Avellino-Atripalda che, presumibilmente, dovrà essere ridisegnato con le caratteristiche autostradali, diverse da quelle attuali compatibili con una strada statale limitata. L’intera Variante, quella dove oggi c’è un limite di velocità a 70 chilometri all’ora con il controverso autovelox installato dal Comune di Atripalda, dovrà essere completamente ridisegnata, atteso il collegamento diretto tra l’attuale Raccordo e Avellino Est.

Pino Aufiero