menu

La Siringa

di Mila Martinetti

01.09.2018

L’alto Calore e le bollette del… Niagara

C’è poco da ridere, Signore e Signori: non è una barzelletta. L’Alto Calore, che da meno di un mese ha l’onore di avere come Amministratore Unico Michelangelo Ciarcia, un manager dello spessore del compianto Marchionne per intenderci, sta facendo cassa con bollette da capogiro. Pensate, una famiglia di Atripalda s’è vista recapitare un avviso di pagamento di ben 20mila euro: ha praticamente essiccato le cascate del Niagara. Si tratta di un errore? È molto probabile. Cosa dire? Se l’Alto Calore usasse lo stesso rigore per recuperare il patrimonio sperperato tra stipendi esagerati e consulenze agli amici potrebbe ripianare il debito milionario che si ritrova.