menu

Il venerdì

di Franco Genzale

21.06.2019

L’eresia del congresso provinciale Pd (finalmente annullato dal Tribunale) e Il “miracolo” della casa di San Giuseppe Moscati

Nel Venerdì di questa settimana: 1) Il Tribunale di Avellino – su ricorso dell’allora candidato alla segreteria, Michelangelo Ciarcia, sostenuto da Del Basso De Caro ed Enzo De Luca – ha annullato il congresso provinciale di Avellino celebrato nell’aprile 2018, al quale i succitati non parteciparono per protesta, e dal quale uscì eletto segretario Giuseppe Di Guglielmo grazie alla cordata D’Amelio-Santaniello-Iannace-Festa-D’Agostino. Nel frattempo c’è stata un bel po’ di “mobilità interna”: Ciarcia e De Luca si sono riappacificati con D’Amelio e “compagni”, mentre Festa e D’Agostino hanno stretto alleanze amministrative (comune capoluogo) e politiche con Del Basso de Caro. Una storia che racconta troppe incongruenze, ancorché frutto delle dinamiche politiche.
2) Il parroco di Santa Lucia di Serino, Don Luca Monti, ha firmato un compromesso con gli attuali proprietari della casa che fu della Famiglia di San Giuseppe Moscati. A settembre la formalizzazione dell’acquisto. L’obiettivo è farne un museo dedicato al Santo, per recuperarne memoria e storia in un più ampio percorso di “rinascimento morale e spirituale” della comunità irpina. Il nostro rilancio dell’appello di Don Luca per contribuire alla realizzazione d’una missione decisamente alta e nobile.