menu

La Siringa

di Mila Martinetti

18.07.2019

La classe di Santoro che Picariello non ha

In politica ci sono piccoli fatti che rivelano grandi cose. Un esempio è venuto dal Consiglio comunale di Avellino, riunito martedì per la elezione del presidente, risultato Ugo Maggio della maggioranza. Per la carica di vice l’aula ha indicato Amalio Santoro, che però ha rifiutato: una lezione di stile e di etica politica, coerente con l’accordo tra i gruppi di minoranza di rispondere compatti allo sgarbo istituzionale di far presiedere l’assise da un membro della maggioranza. Comportamento opposto ha tenuto il 5 Stelle Picariello, anch’egli della minoranza, che ha accettato la carica di vice al posto di Santoro. Proprio vero che la classe non è acqua. Purtroppo per lui, Picariello ha dimostrato di fare acqua in abbondanza. Ma tutto sommato ci sta proprio bene come vice di Maggio, che di professione – come è noto – fa... l’urologo.