menu

La Siringa

di Mila Martinetti

11.06.2017

Le opere di bene dell’Alto Calore

Ogni anno, con l’approssimarsi della stagione estiva, molti comuni irpini vanno in emergenza idrica. Le cause appartengono al passato, ovvero alla miopia strategica ed alla pessima gestione che si è avuta dell’Alto Calore fino a qualche anno fa. Ma il sindaco di Monteforte, Costantino Giordano, demitiano Doc, non trova meglio da fare che prendersela con l’attuale presidente Lello De Stefano, addirittura minacciandolo di richieste di risarcimento per la comunità che amministra. Invero, come ha lasciato intendere De Stefano nella sua replica, Monteforte ed altri comuni dovrebbero essere risarciti dalla parte politica del sindaco Giordano. Oggi, infatti, avremmo più acqua, più serbatoi funzionanti e reti idriche meno arrugginite e bucate se chi ha gestito per decenni l’Alto Calore avesse investito il danaro pubblico in opere tecniche e non in opere di bene - altrimenti dette consulenze o marchette - per gli amici e gli amici degli amici.