menu

Comunicati Stampa & Varia Umanità

31.01.2019

Legge regionale rinuncia stipendio, nota dell’assessorato al Bilancio

In merito alla Legge regionale n.3 del 20 gennaio 2017 (rinuncia facoltativa dell’intero o di parte dello stipendio di consiglieri e assessori), si conferma che nessuna richiesta in tal senso è giunta finora da parte di consiglieri regionali, né di maggioranza né di minoranza. Ovvero nessuno, neanche chi confonde la facoltà che offre la norma con la personale solidarietà, ha tagliato il proprio stipendio per destinarlo alle Politiche Sociali, come previsto. In ogni caso non occorreva e non occorre, visto che la legislatura è ancora in corso, l’istituzione preventiva di uno specifico capitolo di spesa. L’attivazione dello stesso è contestuale alla richiesta, che nel caso dei consiglieri va presentata agli uffici del Consiglio Regionale. I quali provvedono ai dovuti adempimenti contabili per garantire la destinazione dei risparmi alle Politiche Sociali.