menu

La Siringa

di Mila Martinetti

25.09.2018

Maurizio Petracca cuor di leoncino

Marco Staglianò ha ragione quando scrive, come ha fatto ieri su Orticalab, che Maurizio Petracca è l’unico del gruppo irpino dei demitiani che può raccogliere l’eredità politica di Ciriaco, riorganizzarla e rilanciarla. E dice una sacrosanta verità, Staglianò, quando aggiunge che, però, Maurizio “non può continuare a fare il fesso per non andare in guerra”, ossia a non mettersi a capo di ciò che resta dell’esercito demitiano e a dire a Ciriaco e Nipote di farsi da parte. Petracca il fesso lo sta facendo e tanto più. Egli, infatti, sembra volere che alla guerra con i De Mita ci vadano gli altri per conto suo. Insomma, “armammece e ghiate”!