menu

Buongiorno

05.12.2017 - Buongiorno Irpinia

Natale: come evitare gli auguri “elettorali”

Buongiorno, Irpinia.
Mancano soltanto venti giorni a Natale e più o meno cento alle elezioni politiche.
C’è una relazione temporale tra la ricorrenza del Grande Evento celeste e le piccole cose elettorali terrene? E certo che c’è! Considerato che in questo scorcio di mese i partiti decideranno come presentarsi alle elezioni – ovvero se in alleanza, come e con chi, oppure da soli – e che, a fine gennaio o poco su di lì, dovranno essere già bell’e pronte le liste, si può affermare che quest’anno Natale e Voto sostanzialmente coincidono.

E allora? Allora niente di trascendentale: possiamo utilizzare la coincidenza delle due circostanze per giocarci un po’ su. Ad esempio, imparando a distinguere le strette di mano genuinamente natalizie da quelle “inquinate” dall’interesse politico.

Il gioco sarebbe alquanto facile se fosse limitato ai candidati. La loro stretta di mano natalizia è, a prescindere, viziata dall’interesse elettorale. Leggermente più complesso è il gioco allargato ai rappresentanti a vario titolo dei candidati, ai “cavallini”, e più in generale ai dirigenti e militanti di questo o quel partito.

Le regole essenziali per capire la natura della stretta di mano sono essenzialmente due.

La prima. È genuina natalizia la stretta di mano senza fronzoli. Lo è anche accompagnata da bacino sulle guance soltanto se la modalità degli auguri è identica a quella dell’anno prima. Diffidate di chi per la prima volta, accompagna la stretta di mano con abbracci e baci addirittura ostentati: si tratta sicuramente di auguri inquinati, con l’aggravante della molestia olfattiva sempre prodotta dai “lecchini” della politica.

La seconda è la stretta di mano con risata fuori luogo annessa. Controprova in caso di dubbio: se vi viene spontaneo chiedervi: “Ma questo che cazzo c’ha da ridere”, abbiate certezza che si tratta di auguri elettorali.

Come evitarsi il disturbo di abbracci, baci, pacche sulle spalle ed euforica esposizione dei denti in caso di auguri sospetti? Semplice: precedete l’interlocutore con un “Buon Natale” declamato a distanza e tenendo le mani visibilmente sprofondate nelle tasche. Egli capirà, di sicuro capirà.