menu

La Siringa

di Mila Martinetti

24.12.2017

Pd, Capodanno in Procura?

La decisione-pastetta di indire il congresso provinciale Pd tra non poche opacità rischia di diventare un secondo caso nazionale dopo Napoli. La censura più feroce arriva da Antonio Gengaro, che si è dimesso per protesta da presidente del circolo avellinese “Vittorio Foa Polis” e da coordinatore provinciale dell’area Orlando. In una lettera al commissario Ermini, Gengaro scrive che “la metà delle tessere Pd validate è figlia di iscrizioni false e di logiche correntizie, clientelari ed affaristiche”. Che dire? Se solo un quarto di ciò che afferma Gengaro è vero, la Procura della Repubblica si farà Capodanno interrogando i renziani della prima e dell’ultima ora.