menu

Comunicati Stampa & Varia Umanità

10.05.2018

Progetto “Java per la Campania”, al via le selezioni per i candidati

Il progetto “Java per la Campania” entra nel vivo. La Regione Campania ha approvato gli elenchi dei candidati che sosterranno la prova di ammissione per far parte dei 240 partecipanti ai corsi di Java Programmer I (Decreto n. 361 del 12/04/2018 della Direzione Generale 11, e pubblicato sul BURC n. 30 del 16/04/2018 nell’ambito del progetto “Java per la Campania”). Si tratta, in totale, di 554 giovani campani tra i 18 e i 35 anni che hanno presentato domanda di ammissione, rispondendo all’Avviso pubblico dello scorso 10 gennaio 2018.

Il test di selezione si terrà il prossimo 25 maggio presso la Mostra d’Oltremare di Napoli e si svolgerà in un’unica sessione comune. Prevista una prova con 30 quesiti a risposta multipla di cui il 20% in lingua inglese. I 240 giovani, una volta selezionati, frequenteranno i corsi che Oracle Italia organizzerà in tutte le province campane. Al termine del percorso formativo, poi, potranno sostenere gli esami per conseguire la certificazione di programmatore Java.

“La Regione Campania con questo progetto – sostiene l’Assessore alla Formazione Chiara Marciani – intende, da un lato, aumentare le competenze dei nostri giovani nel settore ICT e, dall’altro, creare occupazione nel nostro territorio. Abbiamo perciò scelto un approccio innovativo che tiene insieme formazione e accompagnamento al lavoro per garantire un beneficio sia per i giovani che per le imprese campane, a cominciare da quelle che investono sull’innovazione e sulle professionalità locali. Visto l’alto numero di adesioni al bando, stiamo verificando la possibilità di replicare l’esperienza quanto prima”.

Ma non è tutto. La terza fase del progetto, infatti, prevede azioni di consolidamento e accompagnamento al lavoro attraverso la selezione di imprese con sede operativa in Campania che siano interessate ad avvalersi delle professionalità acquisite dai giovani, a cui dedicare specifici percorsi di accompagnamento e di tirocinio. Ai migliori 50 giovani che hanno ottenuto la certificazione sarà destinato un incentivo all’assunzione pari a 5.000 euro; per i successivi 50 il contributo è di 500 euro al mese per sei mesi.

Nei prossimi giorni, i candidati ammessi riceveranno ulteriori informazioni sulle modalità di partecipazione alla prova di selezione.