menu

Persone

Le interviste di Franco Genzale

01.05.2018

Rosetta D’Amelio, la politica dal cuore buono

Dicono di lei che era una ragazza molto bella, solare, elegante. Amava vestire di rosso. E rosso, fin da quando aveva 14 anni, era il suo colore politico. Anche se la lettura preferita era la Bibbia e non il Capitale. Laurea in Sociologia conseguita a Roma, la carriera universitaria il sogno nel cassetto. Ma il terremoto del 23 novembre ‘80 aveva distrutto la sua Lioni, centinaia di morti, il tessuto umano e sociale lacerato. Da qui la scelta di rinunciare alla docenza all’università e restare in Irpinia. Dunque il concorso all’allora Usl, dove più tardi divenne dirigente, e la politica sempre nel cuore. Sindaco del suo paese per due mandati, poi consigliere e assessore in Regione Campania, oggi presidente del Consiglio regionale. Si possono discutere le sue idee e le sue azioni politiche, non l’onestà ed il profilo umano genuino e altruista. Conosciamo da vicino Rosetta D’Amelio: una Bella Persona.