menu

La Siringa

di Mila Martinetti

08.08.2017

San Ciriaco da Gerusalemme e Ciriaco da Nusco

Oggi, martedì 8 agosto 2017, la Chiesa festeggia San Ciriaco. Invece di recarsi al Santuario propriamente detto e benedetto di Torre Le Nocelle, diversi irpini preferiscono il pellegrinaggio a Nusco, dimora del Santone Luigi Ciriaco De Mita. Secondo la leggenda, il vero San Ciriaco, quello nato a Gerusalemme, per ordine dell’imperatore Flavio Claudio Giuliano subì le seguenti torture: fu mutilato della mano destra; gli fu fatto ingurgitare del piombo fuso; fu legato sopra una graticola e frustato; fu gettato in una fossa piena di serpenti velenosi; fu immerso nel bitume bollente; e come se non bastasse, gli fu trafitto il capo con una spada. Proprio vero: c’è destino e destino. Il Ciriaco nuscano, ad esempio – che di torture ne avrebbe meritato che ne avrebbe meritato! – in novant’anni mai subìto nemmeno un pizzicotto sulla guancia. Che dire: è la sfortuna di nascere Santi e la fortuna di nascere Santoni.