menu

Buongiorno

04.08.2018 - Buongiorno Italia

Se il Sud muore i 5Stelle moriranno con il Sud

Il rapporto Svimez 2018 sulle condizioni economiche e sociali del Meridione conferma quel che già sapevamo. A dispetto di un apparato produttivo che non solo resiste ma vince la sfida della modernità, il Mezzogiorno continua a morire a causa di un’emorragia che appare ormai inarrestabile, in primo luogo di giovani e giovanissimi che vanno via, di una cittadinanza dimezzata in virtù di servizi primari assolutamente insufficienti e di un gap infrastrutturale al quale non pare esserci rimedio.

Un declino drammatico che, evidentemente, pregiudica in termini complessivi le prospettive di crescita e di progresso dell’intero Paese, un declino al quale, secondo Svimez, si può porre argine solo attraverso la mano dello Stato, ovvero con nuove politiche economiche, con ingenti investimenti pubblici su infrastrutture, istruzione ed innovazione. Muovendo da questo presupposto è davvero difficile non convenire su quanto affermato da Marco Staglianò nel suo ultimo editoriale su Orticalab: nell’istantanea scattata dai ricercatori Svimez ci sono tutti gli elementi per comprendere le ragioni che hanno spinto le popolazioni meridionali, lo scorso quattro marzo, a rottamare nelle urne i vecchi partiti ed in primo luogo il Pd renziano e ad affidare ogni speranza di rinascita al Movimento Cinque Stelle. Ed è altrettanto evidente che se il Movimento Cinque Stelle vuole davvero coltivare l’ambizione di rispondere concretamente a quel grido di dolore non ha altra via se non quella indicata proprio dai ricercatori Svimez: fare della Questione Meridionale la grande questione nazionale e spingere sui tavoli europei per ottenere i margini necessari in termini di spesa pubblica.

Quello è l’unico conflitto che va davvero aperto a Bruxelles ma è assolutamente necessaria l’unità dell’esecutivo e della maggioranza. Ne va del futuro del Paese, non solo del Mezzogiorno, e ne va del futuro del Movimento Cinque Stelle che o riuscirà a mettere in campo risposte serie e di prospettiva ai malanni di questo Sud morente o morirà insieme al Sud.