menu

Comunicati Stampa & Varia Umanità

15.03.2017

Svolta per l’istituto "Caselli" di Capodimonte, riconosciuto l’«indirizzo raro»

La Regione Campania, su proposta dell’assessore all’Istruzione Lucia Fortini, ha riconosciuto il titolo di “indirizzo raro” all’Istituto Giovanni Caselli, ubicato nel Real Bosco di Capodimonte, che sin dagli anni ’60, rappresenta un’eccellenza per la sperimentazione tecnologica e di design nonché centro propulsore di cultura ceramica e promozione della Porcellana.

L’Istituto Caselli è l’unico ente pubblico che, avendone attrezzature, titoli e competenze, rilascia certificazioni ai sensi della legge 188/90, istitutiva dei marchi di Ceramica Artistica e Tradizionale, e contribuisce da anni alla diffusione della cultura ceramica attraverso i laboratori ed i reparti di lavorazione unici in Campania e nel mondo per le loro maestranze e le loro storicità artistiche manuali.

“Era doveroso riconoscere l’Indirizzo raro – ha dichiarato il Presidente Vincenzo De Luca - ad una realtà unica nel panorama nazionale, che ricopre un importante ruolo di attrattore e di valorizzazione culturale ed artistica, al centro di percorsi di collaborazione con le Istituzioni museali”.

“Dopo anni di annunci caduti nel vuoto. cui non hanno fatto seguito i dovuti provvedimenti – ha dichiarato l’Assessore Lucia Fortini - grazie al supporto del Ministro all’Istruzione Valeria Fedeli, la Regione Campania finalmente riconosce il giusto titolo al Caselli che va ora ad affiancarsi all’istituto professionale per i tecnici della liuteria di Cremona e l’istituto professionale per i tecnici del marmo di Carrara, come realtà uniche nel panorama scolastico italiano. L’unicità degli indirizzi di studio sul territorio nazionale – ricorda l’assessore Fortini - sottrae questi percorsi di studio all’applicazione degli ordinari parametri del dimensionamento scolastico, permettendo alle Regioni di mantenerne l’autonomia di gestione indipendentemente dal numero di iscritti e frequentanti”.