menu

La Siringa

di Mila Martinetti

10.02.2022

“La ragazza, seppur ubriaca, era consenziente”. Assolti!

La notizia comparsa nell’edizione bolognese del Corriere della Sera, ridotta all’essenziale, è la seguente.
Nell’ottobre del 2017, un 30enne romeno e un 31enne senegalese furono arrestati: il primo per aver stuprato una ragazza 18enne ubriaca, l’amico per aver filmato la violenza con un cellulare.
Martedì scorso la sentenza. A fronte di nove anni di reclusione per ciascun imputato richiesti dal Pubblico Ministero, il collegio presieduto da un giudice donna ha mandato assolti i due giovanotti “perché il fatto non costituisce reato”, in quanto la ragazza “seppur ubriaca, era consenziente”. Ch’è un po’ come affermare che un tizio “seppur cieco, ci vede benissimo”.
Qualcosa non torna. In questa storia, da quando il fatto si consumò fino alla sentenza di martedì, oltre alla sventurata 18enne deve aver alzato il gomito anche qualcun altro.